Il mining di Bitcoin e delle altre criptovalute: Guida per tutti

di


Postato


- Foto di Aaron Olson da Pixabay.com. -

Il mining di bitcoin e più in generale la possibilità di estrarre criptovalute, è un aspetto delle criptomonete che prima o poi incuriosisce anche chi si è avvicinato al mondo delle crypto attratto/a dalle prospettive di guadagno promesse dal trading con le criptovalute.

Lo scopo di questa guida è fornirti le conoscenze di base per capire cos'è il mining, come funziona, cosa sono le mining pool e cosa sono le cloud mining. Ma anche come fare il mining in casa e se conviene farlo. Non mancherà una sezione dedicata all'opportunità di guadagno prospettata dal mining di BTC e delle criptovalute.

Una serie di strumenti e risorse disponibili gratuitamente nel web, poi, ti saranno utili a fare i calcoli e ad approfondire ulteriormente l'argomento.

Bene. Sei pronto a diventare un/una miner? 👷 👷‍♀️

Cos'è il mining di Bitcoin

Nel complesso meccanismo di funzionamento del bitcoin, il mining è una attività essenziale al funzionamento stesso del sistema di pagamento, perché garantisce:

  1. garantisce la sicurezza della rete come, ad esempio, i tentativi di doppia spesa;
  2. genera i nuovi blocchi;
  3. convalida le transazioni degli utenti e li inserisce nei nuovi blocchi;
  4. genera nuovi bitcoin (fino al raggiungimento di 21 milioni di BTC).

Mining, che significa estrazione, è una parola presa a prestito dal settore estrattivo delle miniere. Il mining delle criptovalute, come nelle miniere d'oro o di carbone, è una attività lavorativa dura e che prevede come ricompensa il possesso della materia prima estratta.

Nel caso del mining del bitcoin e delle criptovalute in generale, ad occuparsi dell'estrazione ci pensano speciali computer conosciuti come ASIC (ma non sempre e solo, lo vedremo) a cui è demandato il compito di svolgere complicati e intensi calcoli matematici per risolvere un puzzle.

Chi risolve il puzzle ha il diritto di creare il prossimo blocco e di introdurre in esso le transazioni. Come ricompensa, il miner riceve una determinata quantità di criptovaluta (bitcoin in questo caso) e in più tutte le commissioni pagate dalle persone per inserire la propria transazione nel blocco che verrà generato.

- Foto di Pedro Henrique Santos da Unsplash.com. -

Il Proof of Work: la prova di lavoro

Il meccanismo è conosciuto anche come Proof of Work, prova di lavoro, ed è considerato il metodo più efficace per garantire il corretto funzionamento di una criptovaluta decentralizzata, perché truffare diventa antieconomico dovendo impiegare molti computer ed energia elettrica per alterare l'equilibrio a proprio vantaggio.

I dispositivi per fare il mining di BTC

Inizialmente per fare il mining di bitcoin bastava la CPU del computer di casa, ma il meccanismo impostato dal suo creatore ha previsto anche che la difficoltà di elaborazione aumentasse proporzionalmente all'aumentare del numero di CPU aggiunte alla rete.

Ecco che col passare del tempo non è bastato più impegnare una sola CPU e poi neanche due e tre. Sono nati, quindi, dei processori dedicati al mining di bitcoin, noti come ASIC (Application specific integrated circuit) processori capaci di fare una sola cosa: il mining.

Gli ASIC miner diventano ben presto gli unici dispositivi in grado di estrarre nuovi bitcoin, di contro l'uso sempre più massiccio di miner fa aumentare la difficoltà di estrazione vertiginosamente e questi dispositivi diventano obsoleti nel giro di quattro - sei mesi.

Le aziende produttrici sfornano nuovi ASIC miner sempre più potenti, ottimizzando l'architettura costruttiva, riducendo i costi di produzione, riducendo i consumi energetici degli apparati.

In futuro gli ASIC miner dovranno essere sempre più performanti, limiti tecnologici e fisici permettendo.

Le aziende che producono ASIC miner

Negli anni sono sorte varie aziende produttrici di ASIC miner, non tutte hanno saputo sfornare dispositivi in grado di svolgere il compito per cui erano stati progettati.

Le aziende più importanti sono cinesi e le motivazioni sono presto dette: la Cina è il primo produttore di componentistica elettronica al mondo.

Tra le maggiori e più note aziende produttrici di ASIC miner si annoverano:

Le società sopra citate, hanno sviluppato ASIC per fare il mining di bitcoin, litecoin, dash.

Tra le invenzioni di queste aziende, anche i sistemi chiamati GPU-integrated miner con cui fare il mining di ethereum, zcash e tante altre altcoin. Nella forma esteriore i GPU-integrated miner sono dei tower PC, al loro interno una scheda madre gestisce le schede grafiche appositamente "settate" per ottimizzare il mining delle criptovalute. Sono completamente autonomi, provvisti di scheda di rete per la connessione a internet. Necessitano solo di un monitor per avere una comunicazione visiva con l'operatore.

Cloud mining e Mininig pool: come si fa il mining

Passiamo alla pratica, come si fa il mining di bitcoin e più in generale delle criptovalute PoW? Le opzioni sono tre:

  1. solo mining;
  2. mining pool;
  3. cloud mining.

Solo mining

Per solo mining si intende l'attività di estrazione di una critpomoneta, praticata in autonomia completa e senza l'appoggio di una mining pool.

In questo caso i dispositivi per fare il mining vanno collegati direttamente alla rete della criptovaluta. Le le procedure di estrazione vanno avviate in assoluta autonomia.

Mining pool

Mining pool letteralmente significa piscina mineraria, in questo caso ogni persona condivide le proprie risorse hardware con altri formando così una "piscina" di dispositivi atti al mining.

Rispetto al solo mining (sconsigliabile), con le mining pool si uniscono le forze e a conti fatti si guadagna di più. Si agisce nella rete quasi come un'unica grande mining farm.

Le mining pool, da un punto di vista pratico, sono piattaforme web a cui ci si connette attraverso un software fornito dalla piattaforma stessa o da sviluppatori di applicazioni indipendenti.

Esistono decine, anzi, centinaia di mining pool specializzate per singole criptovalute o strutturate per consentire il mining di più criptovalute differenti.

Per farti una idea di cosa sono le mining pool, visita i siti web che riporto di seguito:

Cloud mining e Mining farm

Cloud mining e mining farm non sono esattamente dei sinonimi, ma hanno un fattore comune: in tutti e due i casi siamo in presenza di una attività strutturata in forma industriale.

Chiunque può costruire una mining farm. Attenzione a non confonderlo con il mining fatto in casa. Una mining farm è dotata di una sua struttura prefabbricata adattata o costruita appositamente per fare il mining. Il suo realizzatore è partito dalla stesura di un progetto di tipo ingegneristico, prevedendo un impianto elettrico e un impianto di connessione Internet, realizzati a regola d'arte. Una mining farm è dotata di generatori di emergenza e di una seconda linea di connessione internet.

Le Cloud mining ci portano sul piano delle vere e proprie aziende, con tanto di partita IVA per intenderci, che hanno un team di ingegneri e tecnici che si occupano della progettazione, installazione e manutenzione dell'intero impianto.

A seguire alcuni esempi di società cloud mining attive da anni.

Genesis Mining

I fondatori di Genesis Mining (detta anche solo GM), tra il 2012 e il 2013 erano giovani studenti universitari. Facevano il mining di bitcoin in casa come tutti, ma a quel tempo bastavano potenti computer per riempire i wallet di centinaia di BTC.

Marco Streng, attuale CEO di GM, invitato alcuni anni fa a TEDx, ha rivelato che era con la sua fidanzata quando aprendo il giornale lesse che il prezzo del bitcoin era arrivato alla ragguardevole somma di 1.000 USD. Era il 2013 e Streng possedeva 3.000 BTC, ha affermato.

Sì, era diventato ricco ed è così che con gli amici ha avviato Genesis Mining. La società oggi conta oltre 2 milioni di clienti, riferisce l'azienda.

Attualmente l'azienda fa il mining di BTC con i piani Radiant Cassic e Zero, fa il mining di Dash con i piani Dash Classic. Inoltre gestisce il mining di ETH con una delle più grandi installazioni al mondo (Enigma). E ancora Monero e Litecoin, Zcash.

Il video sottostante presenta l'ultima mining farm di GM costruita in Svezia.

HashFlare

La società estone HashFlare è l'altra cloud mining nota internazionalmente. Il progetto è nato d alla società capogruppo Hashcoins nel 2015, quest'azienda lavora ad ampio raggio nel settore blockchain.

HashFlare non ha avuto lo stesso successo di GM e alcuni inconvenienti l'hanno gettata in cattiva luce, in particolare quando l'azienda ha deciso di modificare unilateralmente i contratti BTC in essere con i clienti. L'azienda è poi tornata sui suoi passi ma, intanto, il danno era fatto.

Anche HashFlare effettua il mining di BTC, litecoin, zcash, dash, ethereum.

Quanto si guadagna con il mining di criptovalute?

Eccoci a uno dei paragrafi più gettonati della guida al mining di bitcoin e delle criptovalute: quanto si guadagna con il mining di criptovalute?

Tanto, poco o nulla.

Sorpreso dalla mia risposta sintetica? Deluso? Sono stato franco e sincero.

I fattori principali che incidono sul guadagno sono:

  1. il valore della criptovaluta in quel momento;
  2. la difficulty (variabile, ma in costante crescita sul lungo periodo);
  3. i costi iniziali delle apparecchiature;
  4. i costi di manutenzione;
  5. i costi di sostituzione degli apparecchi hardware obsoleti.

Questi sono i fattori comuni a qualsiasi tipo di investimento fatto nel mining delle criptomonete. C'è differenza, però, tra il mining fatto in casa e quello demandato a una società terza.

Guadagni del mining fatto in casa

Non vi è dubbio che si possa guadagnare facendo anche il mining in casa.

Dire che questa forma di investimento è per tutti lo trovo falso, perchè significa non tenere conto delle competenze tecniche necessarie a realizzare l'impianto nella sua interezza: lato hardware e lato software.

E poi è impegnativo perché i dispositivi vanno controllati: una ventola potrebbe bloccarsi; un circuito bruciarsi; black-out elettrico; interruzione della connessione.

Non dimentichiamo che bisogna studiare bene anche la corretta collocazione dell'impianto in casa. Tu dove lo metteresti, a sud o a nord? No, non come regione geografica, intendo come collocazione in casa. Va collocato a nord, dove il sole batte meno perché così l'impianto sta più fresco e può produrre di più. D'inverno in quella stanza non puoi accendere i termosifoni e d'estate gli servirà un condizionatore dedicato.

Lo metti in cantina? Hai considerato l'umidità?

Il guadagno dal mining fatto in casa, in definitiva, dipende dalle tue competenze più dai fattori elencati in precedenza.

Guadagnare investendo in un servizio di Cloud mining

In questo caso non sei un miner vero e proprio, piuttosto un investitore del mining di criptovalute.

Zero gestione dell'impianto, non devi occuparti della manutenzione, non devi preoccuparti dei malfunzionamenti, della connessione internet che si interrompe. A tutto questo pensa l'azienda che hai pagato per svolgere il lavoro in tua vece.

L'unica tua "incombenza", verificare che ti vengano accreditate le somme minate: meglio controllare di tanto in tanto.

Quale la soluzione migliore?

Dipende dal tuo profilo personale.

Sei un investitore? Meglio l'investimento attraverso un servizio di cloud mining.

Sei uno che vuol sporcarsi le mani e compiere l'impresa tutto da solo partendo da zero? Il mining da casa potrebbe fare per te: buona fortuna.

Mining calculator

I mining calculator non possono dire con esattezza quanto guadagnerai investendo in questo business, ma un mining bitcoin calculator fornisce comunque una idea (molto di massima) sui potenziali guadagni o sulle potenziali perdite.

Perché un mining calculator non è completamente affidabile? Perché non può tenere conto della variabilità della difficulty e del cambiamento dei prezzi nel tempo.

Un mining calculator può fornire un calcolo approssimativo basandosi sulla difficulty in quel momento, non su quella futura.

Anche eventuali calcolatori che si basano sui dati passati per avanzare delle proiezioni sul futuro, per quanto possano essere più attendibili non potranno mai predire il futuro.

CoinWarz è uno dei mining calculator conosciuti (www.coinwarz.com), ma altri sono disponibili come BitcoinWisdom (https://bitcoinwisdom.com/bitcoin/calculator).

Di quali criptovalute si può fare il mining?

Sono decine, anzi no, centinaia le criptovalute di cui si pò fare il mining. Mese dopo mese è disponibile una nuova sfornata. Le principali sono sempre le stesse e cioè quelle dai prezzi più alti o che hanno flussi di scambio elevati.

Accanto al BTC troviamo quindi:

  • il mining di Zcash,
  • il mining di Dogecoin,
  • il mining di Litecoin,
  • il mining di Dash,
  • il mining di Bitcoin Cash.

Conviene fare il mining delle criptovalute minori? Direi che è un business secondario da provare, se si acquisiscono un mix di competenze e capacità finanziarie è possibile fare anche dei guadagni interessanti a fine mese.

Sulle minori non basta saper minare, bisogna anche verificare giorno per giorno quanto valgono le criptovalute e decidere in base al prezzo quale conviene estrarre. Sempre tenendo conto della difficulty di estrazione ovviamente. Poi bisogna sapere a priori dove fare subito l'exchange della criptovaluta, per incassare il guadagno quando vale di più.

Per fare il mining delle altcoin minori bisogna diventare degli "artisti". 🎭

Concludendo

Giunto quasi al termine della guida la mining di bitcoin e delle criptovalute, forse avrai molte più domande a cui dare una risposta rispetto a quando hai iniziato la lettura. Questo è normale, dal momento che il tema del mining delle criptomonete è vasto e particolareggiato.

L'argomento è vasto perché la disponibilità di tante criptovalute richiede l'acquisizione di molte nozioni. Particolareggiato perché progettare e avviare un impianto per il mining di criptovalute esige di tenere conto di molteplici fattori e condizioni.

Per rispondere ad alcune delle tue domande, qui sotto ho raccolto alcune delle più comuni. Visita anche i riferimenti utili che ti suggerisco per approfondire.

Riferimenti utili

Il web è pieno zeppo di risorse e siti web attraverso cui apprendere come fare il mining delle criptovalute. I forum dedicati, in particolare bitcointalk.org, sono i luoghi ideali dove incontrare gli esperti e gente che lo fa da anni.

Non servono corsi a pagamento per imparare, ma studiare e mettere in pratica quanto appreso. Sapendo che si tratta di un investimento prima che di un hobby.

Domande e Risposte

Perché bisogna fare il mining in luoghi freddi?

I dispositivi elettronici si surriscaldano e si deteriorano velocemente con il calore, questo il motivo per cui i datacenter devono sempre avere un impianto di climatizzazione molto potente, in modo tale da tenere le temperature basse.

Traslando questo esempio al mining, esso stressa costantemente i processori e qualsiasi circuito degli hardware, senza dargli un attimo di pace. Si comprende come il surriscaldamento di questi dispositivi possa condurre alla loro "morte" rapida.

Questo il motivo per cui gli impianti delle cloud mining e delle mining farm sono costruiti in luoghi del pianeta molto freddi: Svezia, Islanda, le regioni montuose della Cina.

Il mining delle criptovalute rispetta l'ambiente?

Quello fatto in casa meno di quello condotto a livello industriale.

Le grandi società, non solo hanno scelto luoghi freddi della Terra ma anche collocazioni geografiche dove ci sono centrali idroelettriche in abbondanza (Svezia, Cina, stato di Washington negli USA, Canada) o dove si produce energia geotermica (Islanda).

La grandi aziende usano fonti inesauribili per la produzione di energia elettrica, necessaria all'attività di estrazione delle criptovalute.

Conviene comprare un impianto fotovoltaico o eolico per fare il mining in casa?

Al costo dell'hardware per fare il mining, dovrai aggiungere anche il costo dell'impianto eolico o fotovoltaico. Considera sempre il rientro dei capitali investiti: meglio pianificare che piangere.

C'è ovviamente differenza tra impianti atti al mining. Un conto è un piccolo dispositivo che consuma poche centinaia di wat e un conto è un impianto da migliaia di watt di consumo orario.

L'Antminer S17 Pro-50TH/s consuma in media 1975 Watt ora, ma se spinto al massimo delle sue capacità consuma 2790 Watt/h. Tradotto, avrai bisogno di un impianto fotovoltaio da almeno 2 KWp o un omologo impianto eolico. Sperando, ovviamente, di avere il Sole anche la notte o che spiri il vento 24 ore su 24 e 365 giorni l'anno; proprio come il funzionamento di un impianto di mining.

Questo il motivo per cui le aziende si "attaccano" all'idroelettrico o al geotermico.

Posso fare il mining free?

Nessuno regala niente. Alcuni siti web propongono il mining free, ma la verità è che non c'è nessun impianto di mining messo a nostra disposizione gratuitamente.

Sono giochi e come tali vanno considerati. Stare piuttosto attenti che non installino script che rubano le risorse hardware del computer, per alimentare mining pool segrete.

Posso fare il mining con Android?

Alcuni sognano di poter fare il mining con Android, o meglio ancora, con il proprio smartphone, qualunque sia il sistema operativo installato.

Sono in corso dei tentativi da parte di criptovalute per sfruttare le capacità computazionali degli smartphone. Uno di essi è Electroneum.

Considera però, che le capacità computazionali degli smartphone sono ridottissime già rispetto al processore di un PC.

Come ben sai, poi, gli smartphone soffrono tantissimo il surriscaldamento e questo è già uno dei fattori che causano la loro morte dopo pochi anni di vita.

Il mining delle criptovalute con gli smartphone? Una bella utopia. Lo staking con gli smartphone invece lo troverei interessante. 🤔

Il mining di una criptovaluta finirà? Cosa accadrà dopo?

Il mining delle criptovalute non finirà mai, neppure per quelle criptovalute che hanno un numero di coin prefissato come Bitcoin e Litecoin o Zcash.

A cessare sarà solo il reward, cioè la ricompensa nella forma di nuove coin coniate. Tuttavia le fee sulle transazioni resteranno, quindi, il miner che avrà il diritto a generare il prossimo blocco sulla blockchain, incasserà le commissioni sulle transazioni incluse nel blocco.

Dove posso comprare gli ASIC miner?

Gli ASIC miner di solito si comprano direttamente sui siti web delle aziende produttrici, le quali sono nella maggior parte dei casi cinesi.

Essa potrebbe apparire come la soluzione più economica, perché si compra direttamente dal produttore. Ma bisogna tenere in considerazione che tali aziende si trovano all'esterno dello spazio economico europeo, per cui, al costo dell'ASIC miner, andrà aggiunta l'IVA al 22% e le spese doganali. L'IVA non la applica l'azienda ma l'operatore postale di destinazione (ad esempio: Poste Italiane; Ups).

Qualche dispositivo è disponibile su Amazon.it, dove quanto detto in precedenza è già tutto incluso.



Foto Fabio Carbone: autore articolo
Fabio Carbone
Scrittore web tecnico ma versatile, scrive di criptovalute e blockchain per quotidiani online, siti di settore e aziende. Ha seguito un corso accademico sull'Industria 4.0 applicata al Business; ha ottenuto una certificazione blockchain professionale.
Ghost writer all'occorrenza ed amante delle tartarughe d'acqua dolce, nel tempo libero cura il blog www.rugatartaruga.eu.
Per contatti professionali: LinkedInTelegram.

Ledger Nano X

Articoli da Leggere

Migliori Cloud Mining tra cui scegliere dove investire

Recensione rapida delle migliori cloud mining tra cui eventualmente scegliere quella con cui investire, oppure no.

Leggi Tutto →
Dash Classic disponibile su Genesis Mining

Dash Classic per fare il mining di Dash coin disponibile su Genesis Mining. Leggi come investire con lo sconto.

Leggi Tutto →
Genesis Mining: 3% di sconto

Usa il codice sconto 6BEuQe e ottieni il 3% di sconto su qualsiasi contratto di mining.

Investi Ora →
HashFlare

La cloud mining estone, alternativa a Genesis Mining.

Investi Ora →