Combattere il cambiamento climatico con la leadership diffusa

di

Postato

- Foto di Shane Rounce da Unsplash.com. -

Il cambiamento climatico è responsabilità dei governi e delle aziende. Noi cittadini non possiamo fare nulla per proteggere l'ambiente, ridurre l’inquinamento ed evitare l'innalzamento delle temperature.

Questo pensiero appena sintetizzato è ancora molto diffuso tra le persone.

Diciamocelo francamente. Almeno a noi stessi. Questa è la presa di posizione di chi non vuole agire in prima persona. È l'atteggiamento di chi non vuole sporcarsi le mani, ed è anche la posizione di chi, pigro, preferisce siano gli altri a fare qualcosa e a farlo anche per lui.

La crisi climatica in atto, invece, ha bisogno di una leadership diffusa.

Cos’è la leadership diffusa?

Cosa si intende per leadership diffusa? Significa un impegno ampio di tutti e non solo dei governanti e di chi gestisce le aziende più inquinanti del pianeta.

La leadership diffusa è un impegno dei singoli che agiscono a favore di un cambiamento positivo. Il loro impegno individuale diventa un impegno collettivo anche se diffuso e non ufficialmente organizzato.

Giusto qualche esempio

Siamo spesso critici nei confronti dell’industria del petrolio e del gas perché sono altamente inquinanti, eppure ci dimentichiamo che la ricerca di petrolio è fatta per soddisfare le nostre esigenze.

Siamo noi consumatori che usiamo la benzina e il diesel per andare al lavoro, siamo noi turisti a usare i carburanti necessari all’aereo per portarci in giro per il mondo.

Non dobbiamo per questo più andare a lavorare e tutti dovremmo fare smart working, oppure non dovremmo più viaggiare? No di certo, ma ci vuole presa di coscienza che siamo noi a domandare petrolio e ad usare il gas per riscaldarci d’inverno.

Secondo esempio, il fast fashion. Amiamo comprare abiti che gettiamo nella pattumiera dopo una sola stagione, salvo lamentarci del fatto che questi abiti finiscono poi in oscuri giri che portano gli abiti nei Paesi più poveri del mondo dove alimentano enormi discariche di abiti, dalle dimensioni impressionanti.

Serve un cambiamento nello stile di vita a partire da ciascuno di noi, anche quando spazzoliamo semplicemente e i denti e lasciamo che l’acqua del rubinetto scorra inutilizzata.

Serve leadership diffusa, perché il contrasto al cambiamento climatico si alimenta dei comportamenti virtuosi di tutti, di me e di te.

Leadership diffusa: esperienza personale

Un esempio personale. A gennaio 2020 ho sostituito la mia vecchia auto a benzina Euro 2 con un’altra auto usata, ma Euro 5. Non uso molto l’automobile e per questo avevo valutato come uno spreco economico acquistarne una nuova.

L’autovettura precedente, quella Euro 2, non l’ho rivenduta a terzi ed ho preferito invece portarla al centro demolizione più vicino casa. Questo comportamento ha evitato che la mia auto Euro 2 a benzina continuasse a inquinare guidata da qualcun altro.

Quando si parla di leadership diffusa, è di questo che s’intende in concreto. Prendere decisioni personali che, in modo quasi impercettibile ma significativo, possono cambiare lo stato delle cose.

Leadership diffusa: montagne di rifiuti in montagna

Ancora un altro esempio legato all’esperienza personale e alla montagna in generale.

Da alcuni anni si è affermato tra un numero crescente di escursionisti la raccolta di rifiuti lasciati da altri lungo i sentieri.

Non si tratta di eventi organizzati in pompa magna da associazioni ambientaliste, ma di un “movimento diffuso” di persone che, quando frequentano i sentieri di montagna per piacere, fanno una piccola raccolta dei rifiuti lasciati da altri.

Tutti preferiremmo che l’inciviltà sparisse, ma nel frattempo chi ha più civiltà può metterla a servizio della montagna e dell’ambiente per compensare.

In una escursione a cui ho partecipato con altri escursionisti, sulla strada del ritorno abbiamo riempito circa tre buste della spesa con bottiglie di plastica, mascherine, lattine e altri oggetti in plastica che le persone portano con sé e perdono in montagna inavvertitamente.

Anche questa è leadership diffusa, perché non aspetto che sia l’organizzazione ambientalista ad organizzare una pulizia del sentiero, ma durante la mia escursione riporto a casa i miei rifiuti e qualche bottiglia di plastica lasciata da altri. Del materiale recuperato, infine, ne faccio la differenziata a casa.

Combattere il cambiamento climatico dipende da me

Leaderaship diffusa. Ciascuno può adottarla e adattarla al proprio contesto di vita e alla propria vita quotidiana.

La leadership diffusa non distribuisce medaglie. E se per alcuni questo può essere uno svantaggio, per moltissimi altri invece rappresenta un vantaggio. La soddisfazione personale per aver compiuto un gesto di civiltà e di rispetto per l’ambiente, è la stessa con o senza riconoscimento pubblico.

Con la leadership diffusa si contrasta il cambiamento climatico. Il resto è pigrizia o non disponibilità ad assumersi una responsabilità di fronte ad un evento così trasformativo per le nostre vite e per quelle degli altri.

Tocca a noi fare qualcosa, anche a partire dalla spesa quotidiana.



Foto Fabio Carbone: autore articolo
Fabio Carbone
Scrittore web tecnico ma versatile, scrive di criptovalute e blockchain per quotidiani online, siti di settore e aziende. Ha seguito un corso accademico sull'Industria 4.0 applicata al business; ha ottenuto 2 certificati blockchain professionali: BerkeleyX e The Linux Foundation.
Ghost writer e amante delle tartarughe d'acqua dolce, nel tempo libero cura il blog www.rugatartaruga.eu.
Per contatti professionali: LinkedInTelegram.

Ledger Nano X

Articoli da Leggere